Retrospettiva 2017

 

La Fondazione Klimt ha festeggiato durante la sesta stagione del Centro Gustav Klimt il 155. anniversario della nascita dell’artista jugendstil presentando le fasi creative che si sono succedute durante i suoi soggiorni sull’Attersee con una selezione riproduzioni a grandezza naturale. Tra questi un facsimile del dipinto „Giardino fiorito“ del 1907, il paesaggio dell’Attersee più costoso mai dipinto da Klimt. Inoltre è stato celebrato il 140. anniversario della costruzione di Villa Paulick. La storica villa a Seewalchen è un gioiello dell’architettura sull’Attersee e uno dei luoghi di ritrovo preferiti e più importanti per la coppia artistica Gustav Klimt & Emilie Flöge. Durante i mesi estivi, in occasione di visite guidate esclusive con i curatori e gli storici dell’arte della Fondazione Klimt, è stato possibile visitare la villa, che oggi è di proprietà di un privato. Il percorso è stato arricchito anche da rappresentazioni all’interno della villa dell’opera teatrale “Dolce oscurità viennese/chiaro profondo lago”

L’opera teatrale su Emilie Flöge “Dolce oscurità viennese/chiaro profondo lago” www.emilie-floege.com

 

Retrospettiva 2016

Emilie Flöge – Riformatrice della moda, ispiratrice dell’arte
04.06.2016 – 26.10.2016  

In occasione della quinta stagione estiva del Centro Gustav Klimt, la Fondazione Klimt, che gestisce il centro di documentazione, ha deciso di dedicare la prima mostra alla donna al fianco del famoso villeggiante: la stilista Emilie Flöge. Ancora oggi si specula sulla natura della relazione tra Gustav Klimt ed Emilie Flöge. Esattamente 100 anni dopo l’ultima vacanza insieme, vengono presentate lettere e ricordi esclusivi, momenti della loro vita a Vienna e in Alta Austria – tra il camice da pittore e la riforma della moda. La mostra è arricchita dal confronto con le posizioni contemporanee delle artiste Bernadette Huber e Irene Andessner. In questa occasione è stata anche celebrata a Villa Paulick la prima della lettura teatrale „Dolce oscurità viennese/chiaro profondo lago”, realizzata da Clara Gallistl dietro incarico della Fondazione Klimt.

La pubblicazione relativa alla mostra:

Edition Klimt, Band 3: Gustav Klimt. Emilie Flöge – Reform der Mode, Inspiration der Kunst, Ed. Sandra Tretter e Peter Weinhäupl, Christian Brandstätter Verlag, Vienna, 2016, EUR 19,90

L’opera teatrale su Emilie Flöge “Dolce oscurità viennese/chiaro profondo lago” www.emilie-floege.com

 

Retrospettiva 2015

„La visita delle giovani signore“. Gustav Klimt: Le amiche I (Le sorelle), 1907 27.06.2015 - 02.08.2015  

Durante la quarta stagione del Centro Gustav Klimt, la Fondazione Klimt ha presentato il particolare ritratto di due dame della propria collezione. Un articolo della Neue Freie Presse del 7 settembre 1907 documenta come Klimt abbia terminato il dipinto nella località di villeggiatura. Nel 2015, più di 100 anni dopo, quest’opera torna dove fu dipinta. Le due eleganti signore in abiti invernali sono accompagnate all’interno della mostra da tre dei cinque disegni noti di Gertrude Flöge, ultima proprietaria della Villa Paulick appartenente alla famiglia Flöge.

La pubblicazione relativa alla mostra:

Edition Klimt, Band 2: Gustav Klimt. Sommerfrische am Attersee 1900-1916, Ed. Sandra Tretter e Peter Weinhäupl, Christian Brandstätter Verlag, Vienna, 2015, EUR 19,90

 

Retrospettiva 2012-2014

Dall’inaugurazione nel luglio 2012 sono state presentate al Centro Klimt numerose opere originali dell’artista. In cooperazione con il Leopold Museum di Vienna, che dal 2012 al 2014 ha curato diverse mostre, sono tornati due quadri al loro luogo della loro creazione: nel 2012 il quadro “Am Attersee” che venne definito dai critici contemporanei una “cornice piena di acqua” e due anni più tardi l’opera caratterizzata dall’uso della tecnica puntinista „Die große Pappel II (Aufsteigendes Gewitter)“ (1902/03).  Il quadro „Ein Morgen am Teiche“ venne dipinto nel 1899 a Golling nel salisburghese e fu alla base dei futuri quadri sull’Attersee dal formato quadrato. Anche questa icona dalla collezione del Leopold Museum fu presentata nel 2013 all’Attersee.

 

Avvertenza: per motivi di conservazione non è possibile presentare durante tutto l’anno dipinti originali.